Un «fattore di testa elevato» potrebbe essere la risorsa più apprezzata da un potenziale candidato al Draft NFL

Noticias relacionadas: Noticias Similares

«Quindi vuoi che io faccia un commento su quanto sia importante il culo di un ragazzo nella valutazione?» chiese Mike Mayock ridendo. «Lo stai facendo davvero, eh?»

Per anni, le umili anche umane sono state indicatori chiave per gli scout di calcio nel valutare i giocatori. Mayock, l’ex direttore generale dei Las Vegas Raiders, è stato insediato con riluttanza come leader del Culto del Caboose da quando ha fatto riferimento più volte al groppone come analista di draft della NFL Network negli anni 2010, il che lo rende un’ottima fonte per una storia sui posti.

“Nel corso degli anni in televisione, lo chiamavo un generatore di corrente e, in realtà, doveva essere un po’ carino e divertente con un germe di verità. È diventato semplicemente rappresentativo di una parte inferiore del corpo forte», ha detto Mayock. Sicuramente, YouTube è pieno di clip in cui Mayock fa riferimento al sedere “a bolla” di un giocatore.

«L’ho detto più volte in diretta alla mietitura al punto che era quasi imbarazzante perché i nostri cameramen avrebbero ripreso il ragazzo da dietro per illustrarlo», ha detto Mayock.

Almeno è in buona compagnia. L’allenatore sei volte vincitore del Super Bowl Bill Belichick è un devoto del fondoschiena, secondo l’allenatore della Georgia Kirby Smart. In un video pubblicato su X l’anno scorso, Smart ha descritto il momento in cui si è unito a Belichick per guardare i guardalinee difensivi correre le 40 yard nella mietitrebbia NFL. Smart, allora coordinatore difensivo dei Dolphins, rimase confuso da Belichick che guardava l’esercitazione da dietro la linea di partenza.

“Ero tipo, ‘Perché siamo qui? Non è possibile cronometrare il traguardo’”, ha detto Smart. L’allenatore dei Dolphins Nick Saban, amico ed ex collega di Belichick, ha avuto la risposta, secondo Smart: «A Bill piace guardare e vedere quanto è grosso il loro culo quando scendono in una posizione di 40 yard perché vuole firmare il più grande guardalinee difensivi che può ingaggiare.

Dietro questo scouting un po’ imbarazzante c’è la scienza, il “germe della verità” menzionato da Mayock.

«In senso lato, l’ipertrofia muscolare (dimensione) si riferisce alla forza muscolare», ha affermato la dott.ssa Alexandra DeJong Lempke, assistente professore presso il Dipartimento di medicina fisica e riabilitazione della Virginia Commonwealth University. “Di solito un muscolo più grande indica una maggiore capacità di produrre forza. Quindi, quando pensi agli sprint e ai movimenti esplosivi, è principalmente guidato dal grande gluteo per fare quel primo passo esplosivo.

Gli allenatori di calcio lo sanno da anni, anche se non riescono a spiegarlo come un dottorato.

“È uno dei gruppi muscolari più grandi. È il motore principale dei tuoi fianchi. È ciò che ti spinge avanti. È ciò che dà forza alla terra», ha affermato Luke Day, capo allenatore della forza presso l’Università della Carolina del Sud. «Sai che quel giocatore ha il potenziale per creare molta potenza perché quel gruppo muscolare è così importante.»

La prima volta che Day apprese che esisteva una correlazione tra culi e atletismo fu durante un campo di calcio presso l’Università di Miami (Ohio) con l’allenatore della forza Dan Dalrymple, ora capo allenatore della forza dei Denver Broncos. «Letteralmente la prima cosa che (Dalrymple) ha detto, ha detto: ‘Ragazzi, venite qui e avete una lattina piatta, quindi non vi vogliamo'», ha detto Day. «L’ho sentito dire quando avevo 13 anni, quindi volevo assicurarmi di fare lo squat in modo da avere un grosso sedere.»

Day non ha mai smesso di lavorare in sala pesi e non ha mai smesso di credere nella potenza dei posteriori. «È un attributo dell’atletismo», ha detto. «Più persone nel tuo team ne hanno uno, meglio è.»

VAI PIÙ PROFONDO

Yaya Toure: Perché i barboni sono così importanti nel calcio

«La leva più grande che hai sul tuo corpo è l’anca, quindi l’angolo di potenza più grande che hai è dal ginocchio alla vita», ha detto Dwayne Ledford, allenatore della linea offensiva degli Atlanta Falcons. «Il calcio è una questione di angoli di potere.»

A Ledford viene ricordato il potere del posteriore sia al lavoro che a casa. Quando era l’allenatore della linea offensiva dell’NC State, l’allenatore della forza del Wolfpack Tim Rabas ha commentato il fisico del figlio di Ledford, allora di 4 anni, Hudson. «Lui diceva ‘Led, quel ragazzo sarà forte.’ Mi chiedo: «Di cosa stai parlando?» Dice: «Guarda la sua catena posteriore». Quel tizio ha le spalle su di lui’”, ha detto Ledford. “Ancora adesso io e mia moglie ci scherziamo. ‘Guarda quella catena posteriore, amico.'»

Si scopre che Rabas, ora assistente nel dipartimento di prestazioni umane dei Carolina Panthers, potrebbe aver scoperto qualcosa.

«(Hudson) ha il potere», ha detto Ledford. «Sta per compiere 11 anni e mi dà tutto ciò che voglio lottando con lui.»

Quindi sì, i culi sono importanti per gli allenatori. Ciò significa che sono importanti per gli scout, che controllano i glutei da quando i giocatori di football li hanno.

“Quando ero un ragazzino e ho iniziato a dedicarmi allo scoutismo, ho sentito il termine ‘ancora’. Ero tipo, cos’è l’ancora? È un grosso culo», ha detto l’assistente GM dei Falcons, Kyle Smith. “Una delle prime cose che impari entrando nello scouting è l’ancora. Grandi culi, grandi estremità posteriori, catena posteriore – schiena, culo e muscoli posteriori della coscia – ecco come ti ancori.

Gli scout della vecchia scuola cancellavano i guardalinee dalla loro lista solo dopo averli visti camminare lungo un corridoio, ha detto Smith. “Vedi un ragazzo che passa e dici: ‘Non posso ancorare. Non ho bisogno di guardare nessun nastro.’”

Non è solo sulla linea di mischia. La correlazione Caboose viene utilizzata come indicatore atletico in tutte le posizioni. L’ex scommettitore della NFL Dustin Colquitt ha detto che i punti di discussione nelle sue interviste di fine stagione con l’allenatore di Kansas City Andy Reid sono stati generalmente piuttosto tranquilli, tranne uno.

“Si sedeva con me e diceva: ‘Sei andato al Pro Bowl e non abbiamo molto da dirti. Ma non perdere il culo. Gli scommettitori devono avere dei culi grossi. Non appena inizi a sembrare che stai peggiorando dal punto di vista fisico, sei fuori da qui. Continua a far andare avanti quel culo.’”

L’importanza del retrotreno è così importante per gli scout e gli allenatori della NFL che hanno escogitato un proprio linguaggio per farvi riferimento.

«La chiamavamo la ‘sede del potere'», ha detto Chip Morton, ex capo allenatore dei Washington Commanders e dei Cincinnati Bengals, ora direttore associato senior della forza e del condizionamento della Carolina del Sud.

Ci sono molti altri eufemismi legati al groppone. Tre direttori generali della NFL con trascorsi da scouting hanno confermato ridendo il legame tra culi e muscoli alla mietitrebbia di Indianapolis, ma tutti e tre hanno rifiutato di discutere l’argomento a verbale. Uno ha detto di averlo sentito chiamare «l’asino del trasportatore di legna» e poi ha imitato – nel mezzo di un affollato Starbucks al JW Marriott – come trasportare un grande carico di legna da ardere potrebbe rafforzare i glutei di una persona.

Newsletter di Scoop City

Aggiornamenti NFL giornalieri gratuiti direttamente nella tua casella di posta. Iscrizione

Aggiornamenti NFL giornalieri gratuiti direttamente nella tua casella di posta. Iscrizione

Acquistare

Quando Pat Kirwan faceva scouting per i Buccaneers e i Cardinals negli anni ’80, gli scout etichettavano i potenziali clienti con un «fattore di culo alto» e lo annotavano su tutti i rapporti di scouting scritti.

«Abbreviiamo sempre tutto, quindi in un rapporto di scouting sarebbe solo ‘HBF più 9’ o ‘più 10′», ha detto Kirwan, che ha continuato ad allenare e lavorare nel personale per i New York Jets e ora ospita una radio della NFL spettacolo per SiriusXM. «Daremmo loro un voto numerico.»

Il guardalinee difensivo di Clemson Tyler Davis ricorda un ex assistente allenatore dei Tigers che disse a un compagno di squadra che aveva «un bottino della Coca-Cola». Non capiva il riferimento alla bibita.

«Avevamo tutti i tipi di parole d’ordine a Clemson che venivano lanciate in giro», ha detto il running back dei Tigers Will Shipley (il suo preferito è «bullo indietro»). «Nell’ambiente calcistico, è semplicemente qualcosa che la gente cerca, soprattutto per gli atleti esplosivi.»

C’è anche una frase per l’estremità opposta dello spettro. Se un allenatore definisce un giocatore “leggero nel culo”, quel giocatore sa che il suo tempo in squadra potrebbe essere breve.

«Avevo un placcaggio leggero nel culo», ha detto Kirwin. “Non appena i ragazzi della difensiva lo hanno visto, gli hanno fatto una corsa. Sapevano che non poteva abbassare il peso e fermare una corsa di tori. Possono capire abbastanza velocemente chi attaccare.

Un giocatore che prende quelle che gli allenatori e gli scout chiamano pillole “NoAssAtAll” ha del lavoro da fare in sala pesi, ha detto L’Atleticoè Nate Tice, ex giocatore di football del college e membro dello staff della NFL. Quando il direttore esecutivo del Senior Bowl Jim Nagy stava osservando le partite del college per i Kansas City Chiefs e i Seattle Seahawks, scriveva semplicemente «pantaloni cadenti» se era preoccupato per l’abilità di ancoraggio di un guardalinee offensivo.

«Occasionalmente si ottiene un’eccezione, ma se hai un ragazzo con un grosso, vecchio sedere tondo e fa squat in casa o ha un’accelerazione pazzesca o un grande salto verticale o ampio, non ti chiedi mai perché», ha detto Day. «Se hai un ragazzo che viene spostato o buttato fuori dal saloon ed è piatto – non ha niente dietro di sé – questa è la prima cosa che mi viene in mente.»

Per gli allenatori universitari, lo sviluppo del fondoschiena può essere particolarmente importante per indicare quali giocatori delle scuole superiori aumenteranno di volume man mano che invecchiano. Per loro è una questione di fede che il corpo di un giocatore raggiunga il suo sedere.

«Sembra strano, ma andrò a queste funzioni di reclutamento, porterò mia moglie e dirò: ‘Hai visto il suo sedere?'» Ha detto Day. «Ne sono entusiasta e lei mi dice: ‘Di cosa stai parlando, strambo?'»


L’ex scommettitore dei Chiefs Dustin Colquitt ha detto che l’allenatore di Kansas City Andy Reid ha fatto della lattina di Colquitt un punto di enfasi nelle interviste di uscita. (Dustin Bradford/Getty Images)

Alla mietitrebbia NFL di febbraio, lo scout dello Shrine Bowl Owen Riese aveva predetto che Tyler Owens, sicurezza della Texas Tech, avrebbe pubblicato ottimi numeri nei test atletici il giorno successivo.

«Noterai che è ben dotato nella parte posteriore», ha detto Riese. “In genere i ragazzi più esplosivi sono più dotati nel posteriore. Ci sono alcuni ragazzi che avranno difficoltà a trovare i pantaloni, del tipo: ‘Ho una vita da 34, ma ho davvero bisogno di indossare 40 perché altrimenti non mi stanno bene sul sedere.'»

Il giorno successivo, Owens arrivò a un pollice dal battere il record mondiale nel salto in lungo saltando 12 piedi e due pollici da fermo. Il suo punteggio atletico complessivo di 89 stabilito da Next Gen Stats lo ha contrassegnato come il più sicuro atletico nella classe draft di quest’anno.

VAI PIÙ PROFONDO

Big Board di consenso del Draft NFL 2024: quali prospettive sono in aumento e in calo a marzo?

Owens è arrivato alla casa ignaro che così tanti scout avrebbero controllato il suo sedere. «Immagino che (ecco perché) ci mettano in quei piccoli pantaloncini compressivi», ha detto. «Vogliono vedere se sei tonico e tagliato.»

Il ricevitore largo della Carolina del Sud Xavier Legette, che ha eseguito uno scatto di 40 yarde di 4,39 secondi e ha registrato una verticale di 40 pollici sulla mietitrebbia, ha costantemente alzato i tabelloni dalla fine della sua stagione collegiale anche in un campo affollato di wideout.

«Aspetta di vedere quella cerva», disse Day.

Il candidato più dotato di glutei di quest’anno è il guardalinee difensivo del Texas Byron Murphy «il cui sedere e le cui gambe sono tronchi d’albero», secondo il direttore delle operazioni calcistiche dello Shrine Bowl Eric Galko.

«Pensi che assomigliasse ad Aaron Donald», ha detto Galko. “È una misura estremamente predittiva. Molte squadre lo stanno misurando adesso, sia attraverso la biomeccanica che con un vero e proprio metro a nastro, solo per assicurarsi che abbiano un’idea di quale sia il tuo potenziale come atleta”.

In effetti, il sedere può anche essere una misura del cuore.

«È un riflesso non solo della loro forza, ma mostra anche: ‘A questo ragazzo importa?'», ha detto Galko. «Non so se esiste una correlazione diretta tra quanto fai squat e quanto tieni alla parte inferiore del corpo e al successo nella NFL, ma scommetto che c’è una correlazione tra avere una parte inferiore forte ed essere qualcuno che lavora si sono fatti il ​​culo in sala pesi.

«Non è previsto alcun gioco di parole.»

VAI PIÙ PROFONDO

NFL beat writer mock draft 2.0: Vikings, Broncos entrano nella top 10 per ottenere QB

(Illustrazione: Eamonn Dalton / L’Atletico; foto: Justin Casterline, Kevin Sabitus / Getty Images)


Noticias relacionadas: Noticias Similares

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *